Parrocchia Natale del Signore

-Pagina iniziale
-Orari
-Sacerdoti
-Gruppi
-Visita della Chiesa
-Foglio informativo
-Il pensiero del mese
-Siti utili

-La nostra storia
-Album fotografico
-Chiesa qui oggi
-I nostri figli adottivi:
Kibao e vo' Jurema

I postini di Paolo

15 maggio 2009


Al termine del terzo anno di catechismo della cresima i ragazzi hanno preparato uno spettacolo che ha riguardato i viaggi di San Paolo e lo hanno presentato ai loro genitori.

La storia racconta la vicenda di un taglialegna della Gallia che diviene postino dell’impero romano. Inviato in Palestina incontra altri "postini": Luca, medico di origine greca, e il famoso Paolo di Tarso, di cui il gruppo si incarica di recapitare le lettere alle varie comunità cristiane. Diventeranno così anche loro annunciatori della “Buona Notizia”.

All’inizio della rappresentazione viene mostrato un cartellone sono indicate le diverse comunità a cui San Paolo invia le sue lettere.

A Tessalonica i cristiani sono sfiduciati e pensano addirittura alla fine del mondo, San Paolo invia una lettera per incoraggiarli a rimanere saldi nella fede in Cristo risorto che ha vinto la morte.

Ad Efeso i quattro postini con Paolo incontrano l’apostolo Giovanni, che racconta come da Gesù ha imparato che si è felici se si è uniti e se si presta attenzione al prossimo. Paolo scrive una lettera ai Corinzi che i postini, spinti dalla curiosità, leggono durante il viaggio: Paolo invita a considerare la carità, cioè l’amore, come il dono più grande.

Durante un successivo viaggio verso la Galazia i postini si fermano in una locanda, dove alcuni di loro dimenticano l’incarico avuto: gli altri devono ricorrere alle parole di Paolo nella lettera ai Galati che spiegano le conseguenze che capitano a chi si lascia dominare dalle passioni.

Giunti in Galazia vedono per strada la gente litigare e anche tra loro nasce uno screzio.

Durante il pasto leggono le parole che Paolo ha indirizzato ai Galati e che orientano alla benevolenza e alla correzione fraterna