Parrocchia Natale del Signore

 

n° 49 ottobre 2006

-Pagina iniziale

-Sommario
-Dal taccuino del parroco
-Editoriale
-Altre novità
-Don Romolo si racconta
-cronache e appuntamenti
  Pellegrinaggio da batticuore
  Giornata comunitaria
  Anniversari di matrimonio
-i passi della missione
  Anziani una risorsa per tutti
  Chissà perchè
-per crescere nella fede
    Anno liturgico      
    Avvento 
-forum
      Sogno di una Messa...
      La gioia
      Santi e santità
-brani per riflettere
-arte e fede
   Il polittico delle grazie
   San Francesco
-campus
-a proposito di ...
    New age
    Gesti e significati
-la finestra di d. Seba
-vita della Chiesa
 Il convegno di Verona:
 un cammino della speranza
 per la promozione del laicato
 il Papa ha detto
 dalla diocesi
 dalla parrocchia
-invito alla lettura
-verbale del CPP

Gesti e significati

   Importanti sono i gesti della nostra liturgia, ma essi purtroppo sono spesso compiuti meccanicamente, senza il coinvolgimento attento che il loro significato d’origine richiederebbe.

Tentiamo qui di riscoprire il Segno della Croce.

   In nome del Padre - Mentre, a testa alta, mi sfioro la fronte, intendo ricordare, a me stesso e agli altri, che sono figlio di Dio, che Dio mi è Padre, che sono insignito della corona dei figli di Dio, che ho la dignità dei figli nella libertà, che non sono uno qualunque, che non mi accontenterò di avventure consolatorie;

    del Figlio - Nel toccarmi il petto mi ricorderò che sono fratello di Cristo, che Cristo si è fatto come me: tutte le mie paure, i miei desideri non sono cose sgradite a Dio, sono la mia vita; nel tessuto delle mie emozioni io vivrò il mio Battesimo;

   e dello Spirito Santo - Segnandomi sulle spalle, a sinistra e a destra, voglio indicare che camminerò a braccia aperte, perché sono mandato dallo Spirito Santo ad abbracciare il mondo; non andrò in giro “chiuso”, come se dovessi difendermi, perché sono mandato dallo Spirito Santo e accompagnato da Dio che mi ama;

   Amen - Non vuol dire “così sia” ma piuttosto “così è”, a conferma che sono convinto e credo che sia proprio così.

(da una conferenza di padre Giunti)